+41 71 794 15 00 - CONTATTACI (dalle 9,30 - 12,30 e dalle 14,30 alle 18,30)

Blog Archive

Home
Filter by: web 2.0
Page 10

Ogni tanto, essere un po’ autoreferenziali non guasta. Non mi piace, non è nella mia natura anche se sono un “comunicatore”, come spesso vengo definito (ma lo sono? devo ancora capirlo), però, stavolta ne approfitto perché comunque c’è un fine meno “markettaro” che ha a che vedere con il titolo di questo post. Il bisettimanale Modena Industria, in occasione dell’uscita del numero di Aprile-Maggio 2011 mi intervista sia per pubblicare una sorta di veloce profilo di me e della mia attività professionale ma anche per chiedere quali opportunità esistono per le aziende con l’arrivo  l’esplosione dei social networks.

Ecco l’intervista.

Domanda nr. 1: Qual è l’attività tipica di Innovando?

Che cosa facciamo non è complicato. Ci occupiamo sostanzialmente di comunicazione, prevalentemente in ambiente web. Siamo nati come studio di promozione pubblicitaria a 360°, ci siamo occupati in passato e lo facciamo ancora oggi, di pianificazione media, di campagne di affissione, di corporate identity, di design tradizionale, di packaging, di realizzazione di brochures e logotipi.

Ma la nostra vocazione, la nostra predisposizione e il nostro futuro è legato al web.

Abbiamo deciso anni fa, di occuparci sostanzialmente solo di web perchè è più nelle nostre corde, perchè è un mondo in continuo cambiamento e stuzzica fortemente la nostra volontà evolutiva. Il web è il presente e il futuro della comunicazione di marketing e sarà sempre più predominante nelle strategie commerciali aziendali. Parlare di web, significa sostanzialmente legare il proprio presente al futuro, significa ritagliarsi uno spazio importante proiettato verso le prossime generazioni. Parlare di web significa anche e soprattutto parlare di tecnologia e di persone. Lo sviluppo dei mezzi tecnologici e contestualmente, lo sviluppo dei social media, ha portato ad un radicale riposizionamento delle strategie di comunicazione.

Read More

Oggi abbiamo raggiunto in poco più di 5 mesi la bellezza di 750 iscritti su LinkedIn. Generation 21 cresce e il delfino che caratterizza il nostro logo è impaziente di partire per il largo. Il nostro gruppo, fondato così, in un giorno d’inverno sull’intuizione mia e di Pietro Ponti Sgargi si è allargato, si è contaminato, si è sviluppato, inizialmente tra qualche difficoltà e poi, via via, sempre con più entusiasmo.

Questo di generation21 è un viaggio particolare, uno di quei viaggi dove decidi di partire ma non ti dai una meta, l’importante è fare due valige e partire. Un viaggio che non prevede un ritorno, che non soppesa responsabilità, impegni o fallimenti. In questa ottica si sono aggiunte prima pian piano e ora sempre più velocemente persone che danno il proprio valore e il proprio apporto. Un vero e proprio momento di condivisione di idee, di opinioni e di conoscenza.

Generation21 sembra una palla di creta buttata sul piatto rotante del vasaio che solo in quel momento, decide cosa farsene, decide che il vaso che intende fare dovrà avere l’aspetto che forse avrà. O forse no? Invece sì, il vaso prende forma, comincia ad avere un senso e si comincia a intravvedere un uso pratico.

Così, Generation21 si trasformerà in un’associazione no profit, che avrà nel suo DNA la forza e la volontà di vivere senza il pilota automatico innestato. Generation21 si è dotata di un codice etico ben preciso, ancora da “rifilare” ma ormai nella sua veste quasi definitiva, che potete leggere qui:

http://www.generation21.it/about/codice-etico

Ora cominceremo a trovarci, a stringerci le mani, a completarci, per dare un senso al nostro futuro e al futuro che vorremo dare alle nuove generazioni. Vediamo cosa ne verrà fuori! Il viaggio comincia a farsi interessante.

Nel frattempo, su LinkedIn siamo in 750 e che persone! Tutte, nessuna esclusa sta portando qualcosa di suo in questo viaggio. Grazie di esserci!

Social networking e brand reputation.

Esplorare i 4 social networks più importanti, individuarne le potenzialità, le caratteristiche e le paculiarità, per dare slancio e nuovi valori alla propria brand reputation.

Ancora una volta, il Consorzio Fare, si presenta con un seminario dedicato al social networking, indirizzato alle associazioni no profit che desiderano conoscere metodologie e individuare opportunità con la loro presenza nei 4 social networks più diffusi in Italia.

Un momento di dialogo e confronto tra i relatori e il pubblico, in un evento organizzato su due giornate, che sicuramente, come già avvenuto col primo del 3 Febbario 2011, costituirà un punto di interesse e di conoscenza su una delle tematiche più calde e diffuse di questi mesi: il social networking. Se con il primo evento si sono definite le motivazioni e le opportunità, nonché le strategie sistemiche per relazionarsi con un pubblico sui social networks, adesso verrano definite le specificità di ogni social network, dei 4 principali presi in esame.

Il seminario prevede 4 moduli di mezza giornata da usufruire in coppia oppure nel complessodei 2 giorni. Ogni modulo affronterà gli elementi tecnici di base per un corretto utilizzo di ogni SN, analizzerà le peculiarità che lo caratterizzano e le “strategie” di partecipazione.Il programma nella sua interezza (i 4 moduli) permetterà di ampliare quantitativamente equalitativamente il proprio campo di azione comunicativa e di costruire una reputation a 360°.

Read More

Nel 2004 Tim O’Reilly definì il Web 2.0 come la nuova tendenza ad utilizzare Internet come una piattaforma, ossia un sistema fatto di applicazioni web capaci di creare network tra le persone e di coinvolgerne il maggior numero possibile nel loro utilizzo. Circa un anno dopo Facebook fu lanciato sul web. Da allora sono passati cinque anni, ma il fenomeno è in continua ascesa.

Due sono i concetti chiave alla base di Facebook: trovabilità umana e capitale sociale. Il primo è un concetto preso in prestito dall’architettura dell’informazione, il secondo dalle scienze sociali. Vediamo di seguito i loro dettagli.

Trovabilità umana

La trovabilità è un concetto che in genere si applica alle risorse elettroniche presenti in rete. Esso coinvolge sia l’organizzazione interna dei contenuti di un sito, sia il posizionamento esterno sui motori di ricerca.
L’utente cerca per trovare qualcosa: ecco il cardine fondamentale di questo principio. Potremo definire la trovabilità come un requisito fondamentale per il corretto funzionamento del Web. Se nessuno trovasse quello che cerca in Rete, la Rete smetterebbe di essere un medium così usato.

Read More

In questi ultimi giorni, sull’argomento ho letto e sentito di tutto. Un articolo interessante, è apparso sul blog di Stefano Mizzella, che restituisce un po’ di chiarezza sull’argomento e spiega in modo molto preciso quali sono le relazioni che esistono tra l’essere presenti sui social networks e il proprio brand.

Mi sento rivolgere molto spesso la solita domanda: “Le aziende e le organizzazioni no profit, come possono sfruttare i social networks per avere successo? E come si può misurare questo successo?”. Oppure: “Come faccio a vendere i miei prodotti su Facebook ?”. E così via di questo passo.

Calma e sangue freddo. Le domande sono molto spesso mal poste e denotano poca conoscenza del fenomeno. Innanzitutto, i social networks non si “sfruttano”, tantomeno per vendere. E’ un concetto piuttosto arcaico, tipico di chi ancora non è uscito dal suo mondo artigianale fatto di amore per il prodotto a discapito di quello del marchio, della sua essenza e dei valori che lo contraddistinguono. L’amore per il proprio prodotto, non basta, su un Social Network, per essere ascoltato, occorre lavorare e concentrarsi su sé stessi. E’ un salto mentale piuttosto complicato che fa brandelli la nostra cultura industriale novecentesca.

Cito ancora una volta Marco Poggi di Mida S.p.A. quando parla di “potenziamento del sé”; al di là che questo ha sicuramente rivolti e ricadute di vario tipo sull’individuo, mi piace appropriarmi di questo concetto anche per spiegare alle persone che mi interpellano, il percorso che queste hanno necessariamente bisogno di fare per STARE su un social network in modo vincente.

Read More


1 7 8 9 10 11 12 13 27
Twitter Feed

Seguici anche su Twitter


Copyright 2012 Innovando GmbH. Design by Innovando.ch